giovedì 25 maggio 2017

20 maggio 2017 CoderDojo Pavia @BambinFestival: porta le tue idee e trasformale in realtà!

Sabato 20 maggio si è tenuto l'ultimo appuntamento dei laboratori CoderDojo Pavia della stagione 2016/2017 con una grande partecipazione di ninja, tante bambine e ragazze (abbiamo superato il 40% di partecipazione femminile) e tanti ninja alla loro prima esperienza CoderDojo.

Nadia ha condotto come al solito con grande entusiasmo e capacità le operazioni di accoglienza, questa volta gestendo anche la documentazione BambinFestival (libretti eventi, passaporti del piccolo cittadino attivo, ...), oltre a quella CoderDojo.

Il laboratorio Scratch è stato gettonatissimo, abbiamo dovuto aumentare il numero di biglietti disponibili e nonostante questo sono rimasti parecchi ninja in lista di attesa.
vRoby ha guidato l'esercizio iniziale, incoraggiando i ninja a creare in autonomia.
Quindi, con l'aiuto dei tanti mentor che hanno dato la loro disponibilità  ha supportato i ninja nella parte più creativa del laboratorio.
Grazie all'impeccabile organizzazione di BambinFestival (leggasi CSV), abbiamo potuto fare la conoscenza di 6 nuovi mentor, che si sono messi al servizio dei bambini con pazienza, disponibilità e competenza.
I ninja hanno captato le informazioni con molta attenzione ... nonostante le nostre battute iniziali "ragazzi a CoderDojo si può, anzi si deve chiacchierare!"


e si sono divertiti a personalizzare giochi e ad inventarne altri, anche assieme.

Anche il laboratorio App ha fatto il tutto esaurito
La creatività e capacità di Riccardo permettono ai ragazzi di scoprire e far proprie le tecniche per muoversi al meglio con AppInventor, e portano accanto ai "veterani" del laboratorio sempre nuovi ninja

Il laboratorio di robotica concludeva con questa sessione l'attività di progettazione e realizzazione del rover, anche ella sua forma su barca.
I vari pezzi della struttura stampata 3D sono stati assemblati dai ragazzi e quindi il veicolo è stato dotato di pannelli solari.
I ragazzi hanno cablato il tutto utilizzando colla, saldatore e cacciavite.
e sono poi andati a provare l'efficienza dei panelli con il tester direttamente sotto il sole
Nel laboratorio di DressCode la nostra designer ha proposto (complice una partecipazione tutta al femminile, mentor comprese) il confezionamento di una gonna con corpetto trasformista in microfibra
Ciascuna ha scelto la stoffa secondo i propri gusti, ed è partita con la cucitura
del capo e quindi con la sua personalizzazione attraverso il kit gemma
applicato con il filo conduttivo per formare un vero e proprio circuito funzionante
Il risultato ha portato grande soddisfazione nelle nostre ninja

Il laboratorio di Sapientino e BeeBot ha coinvolto i più giovani in una impresa di programmazione senza computer
che li ha stimolati e divertiti, grazie all'abilità della nostra mentor Antonietta, che non ci fa mai mancare il suo prezioso supporto educativo
Mentre i loro figli si addentravano nella scoperta delle competenze di programmazione di videogiochi, App, robot, microcontrollori indossabili,
i genitori hanno potuto beneficiare del seminario di Pierlorenzo Castrovinci, coordinatore per la Lombardia di Informatici senza Frontiere, sul tema Minori e Consapevolezza su internet.
Tutte le (300!!) foto dell'evento sono disponibili su Flickr.

Il prossimo incontro sarà sabato prossimo, 27 maggio h 14:30 presso la scuola Carducci: iscrizioni già aperte su coderdojopv-bbf27.eventbrite.it

domenica 7 maggio 2017

06 maggio 2017 - CoderDojo Pavia @Cava Manara: porta le tue idee a scuola e trasformale in realtà

Sabato 6 maggio, si è svolto un entusiasmante CoderDojo presso la suola media di Cava Manara
in collaborazione con il Comitato Genitori Cava Manara.
I laboratori proposti erano cinque:
 crea il tuo videogioco con Scratch (7-15 anni)
• crea la tua App con AppInventor (8-15 anni)
• primi approcci alla robotica con Sapientino DOC (5-6 anni)
• costruisci il tuo robot
• Dress code: creare tecnologia che puo' essere indossata (7-15 anni)
Per i genitori abbiamo organizzato il seminario, a cura di Pierlorenzo Castrovinci, coordinatore per la Lombardia di informatici senza frontiere, "Minori e consapevolezza su internet".

Le iscrizioni sono cominciate puntuali, con Vanessa e Simona ad accogliere i partecipanti, desiderosi di cominciare.

I laboratori si sono tenuti al secondo piano della scuola, ed occupavano 7 aule (6 per i lab e una per i genitori), infatti abbiamo dovuto raddoppiare il laboratorio Scratch a causa del gran numero di adesioni, che hanno fatto subito il tutto esaurito ed hanno portato ad una lista di attesa di bambini che no volevamo lasciare fuori.
CoderDojo a scuola è bello anche per questa flessibilità di spazi che permette di essere accoglienti verso i bambini, per cui ringraziamo ancora la preside per averci ospitati.

Roberto, che ha creato il gioco per il 10° compleanno di Scratch, ha seguito i tantissimi bambini alla loro prima esperienza con Scratch, aiutato da Anna, Cesare e Fabio

mentre Andrea e Francesco, con il supporto di Sergio seguivano i veterani e i più grandi
un grazie grande ai mentor Scratch che hanno risposto in tantissimi alla chiamata di aiuto 
e ci hanno permesso di raddoppiare il laboratorio con così poco preavviso.

Nell'aula AppInventor c'erano tanti ninja affezionati a questo laboratorio, che anche questa volta hanno dovuto fare i conti con i problemi di connettività, un problema che un poco ci perseguita.
Grazie all'iniziativa di Riccardo, con il supporto di Pier e Mario, i ragazzi hanno comunque potuto programmare e lanciarsi nella caccia all'oro
 I più piccoli, accompagnati da Antonietta, hanno potuto esplorare il mondo di  SapientinoDOC
e di BeeBot
scoprendo divertenti percorsi e sfide.
Nel laboratorio Dress Code, guidati da Nat, i nostri ninja si sono scatenati nella costruzione di un porta cellulare, in neoprene militarizzato, completo di finiture.
Il progetto ha coinvolto incredibilmente i ninja
sia nelle fasi di cucito che di realizzazione del circuito
Nel laboratorio di robotica i ragazzi si sono addentrati nell'implementazione della piattaforma del rover, e nella scrittura del codice del movimento
i ragazzi che partecipano alla costruzione di questa piattaforma robotica hanno seguito con grande partecipazione le varie fasi, ed hanno saputo integrare molte competenze.
I genitori, guidati da Pierlorenzo, hanno approfondito gli aspetti decisamente attuali di "Minori e Consapevolezza su internet" sempre in ottica costruttiva.
Tutte le foto dell'evento sono disponibili su Flickr
Il prossimo appuntamento sarà il 20 maggio presso il Polo Tecnologico, nell'ambito di BambinFestival.

venerdì 14 aprile 2017

8 aprile 2017 - Vigevano: porta le tue idee a scuola e trasformale in realtà

Sabato 8 aprile siamo stati ospiti della scuola media Besozzi con un evento  che ci ha visti collaborare con CD Arese, Vigevano e Voghera.

La fase di registrazione è stata impegnativa: Nadia e Simona hanno dovuto affrontare un pubblico davvero numeroso, infatti erano iscritti circa cento ninja.

I ragazzi erano suddivisi in 8 laboratori
Il laboratorio AppInventor ha fatto, come al solito, il tutto esaurito!



Nuovi ninja si sono affacciati al mondo delle App costruendo il loro primo videogioco per smartphone: l'intramontabile Space Invaders!!! 

Dopo le prime nozioni di base, astronavi e UFO hanno invaso gli schermi dei ninja. Ben presto sono riusciti a domare le proprie navette per varcare spazi lontani.
Gli amici di CD Voghera hanno gestito i laboratori Strawbees e Mbot.
Con Strawbees, guidati da Federica, i ninja hanno creato forme geometriche, oggetti fantasiosi e una piccola altalena. 

Qualcuno si è lanciato a produrre giganteschi occhiali, fiori, aerei, mulini a vento e altre creazioni originali che potete ammirare anche qui https://ctbl.es/federicascarri , cioè su Creatubbles un social molto allegro, studiato appositamente per condividere le creazioni dei piccoli maker sotto la supervisione di un genitore o di un insegnante.

Il gruppo MBot, invece, ama sempre le sfide! 


Anche questa volta gare di programmazione per far raggiungere ai robottini un preciso obiettivo. 
Giulia e Simone, magnifici mentor, hanno condotto le squadre ad un emozionante confronto tra la linea di partenza e quella di arrivo.
A DressCode questa è stata la volta dei cappellini, stampati con tutti i loghi dei nostri dojo, grazie allo stupendo lavoro di preparazione e ai materiali forniti dalla nostra mentor Nat.







Tantissimi bambini si sono cimentati alla macchina taglia e cuci, per fabbricare un berretto a tubo.

Nella seconda parte del laboratorio abbiamo preso ago e filo conduttivo per cucire il microcontrollore Gemma e i led Neopixels.



I ninja sono stati molto determinati nell'andare a fondo all'installazione dell'interfaccia Arduino con le librerie Adafruit sui loro PC, per vedere da cima a fondo il flusso del programma e della personalizzazione del codice.


I ragazzi di comPVterBot questa volta hanno dapprima assemblato le varie parti stampate 3D dello scafo del catamarano, 



quindi si sono messi alla lavagna per spiegare ai dirigenti scolastici della zona, ospiti del preside Alberto Panzarasa, le logiche di programmazione del loro robot-rover-all terrain, con grande soddisfazione di tutti.



Coi ninja più junior (5 e 6 anni) ci siamo trovati per conoscere il robot “Sapientino DOC ” della Clementoni e abbiamo imparato a programmarlo con il suo percorso sia prestabilito che inventato da noi. 


Poi ad un certo punto è spuntato un animaletto  giallo e nero la "Bee-bot” e ci siamo divertiti con la sua strada e  abbiamo fatto anche  una gara tra bee-bot e DOC. Infine con il tablet abbiamo usato l'app della bee-bot percorrendo i vari livelli di difficoltà.
Tanto divertimento!

Grazie a Pierlorenzo di CoderDojo Arese, anche questa volta abbiamo proposto ai ragazzi un seminario sul tema “Minori e consapevolezza” per un corretto utilizzo della Rete. 

Grande interesse e forte entusiasmo, con una partecipazione davvero attenta e appassionata, tante domande, tante “scoperte” e tanti dubbi… risolti!

Al secondo piano della scuola, nel laboratorio di Scratch, i ragazzi nuovi e più navigati si sono cimentati nella creazione del gioco 'Pesce grosso mangia pesce piccolo'. 

 Tra tutti si è creato uno spirito collaborativo per cui i ninja si sono aiutati tra loro per superare i piccoli ostacoli che incontravano prima di chiedere eventualmente ai mentor. 

Alla fine qualcuno ha provato anche a modificare un po' il gioco proposto sia graficamente sia aggiungendo qualche personaggio o funzione. 

E per finire la testimonianza diretta di Riccardo Codevilla, sociologo, che ha tenuto l'incontro L’arte di essere genitori

"La calorosa e viva accoglienza ricevuta dall’organizzazione del CoderDojo saranno per sempre indimenticabili. Il clima di frizzante e contagioso entusiasmo è stato immediatamente percepito dai genitori, molto attivi, coinvolti e partecipativi. Nell’incontro da me tenuto e a loro dedicato, è stato protagonista un interesse profondo per le tematiche proposte, che hanno suscitato continui interventi e riflessioni, con grande dinamicità. Uno scambio senz’altro stimolante e, come da loro stessi richiesto, da ripetersi con grande piacere."

Tutte le foto dell'evento sono disponibili su Flickr  

Grazie a tutti e ci rivediamo il 6 maggio presso la scuola di Cava Manara!