mercoledì 11 ottobre 2017

7 ottobre 2017 CoderDojo Pavia in ...russo!

Sabato scorso 7 ottobre si è svolto, nella cornice del Polo Tecnologico,
il secondo appuntamento della stagione CoderDojo 2017/2018.
La giornata si è aperta con l'accoglienza alla reception di Nadia, che ha indirizzato i ninja ai rispettivi laboratori.
Prima di iniziare i lavori ci siamo ritrovati tutti nella sala grande per condividere, in spirito CoderDojo, le regole del gioco e per evidenziare ai ninja la possibilità dei Coolest Project a Milano.

Questo è anche il momento per presentare la nostra associazione compvter, che rende possibile da ottobre 2013, con risorse, tempo e persone, lo svolgimento degli incontri di CoderDojo Pavia.
Ma i ninja scalpitano per cui, dopo una brevissima presentazione dei laboratori, ognuno si avvia alla propria aula impaziente di iniziare.
Nella sala grande si fermano i ninja di Scratch: sono il gruppo in assoluto più numeroso, non solo perchè il primo deputato all'accoglienza dei nuovi ninja, ma anche perchè conta una folta schiera di appassionati.
I ragazzi, guidati da Roby ella creazione di un semplice gioco, si lanciano subito in nuove creazioni  personalizzazioni, spesso lavorando in gruppo.
I ninja iscritti al corso di Unity 3D sono raccolti nella sala verde, e si lanciano nella esplorazione di questo motore 3D davvero notevole.
Creano e personalizzano scenari, personaggi ed interazioni, guidati da due professionisti del 3D: Anna e Jacopo di TXT Sense.
Ragionare e immaginare assieme in uo scenario così innovativo è ancora più coivolgente.
A Dress Code i ninja hanno potuto cimentarsi con l'utilizzo di un tessuto tecnico (termico e traspirate) che ci è stato donato in campionatura.
I ragazzi hanno confezionato una felpa,
cui hanno poi applicato i circuiti Gemma,
Le felpe sono state poi colorate con prodotti per tessili
con grande soddisfazione dei partecipanti!
A Sapientino i bambini hanno potuti giocare e sperimentare grazie all'impegno di Manuela Elisabetta, che questa volta è stata aiutata dalla maestra Barbara, che si è subito calata nella parte.
Il robottino della Clementoni è stato utilizzato nella prima parte della mattinata. Nella seconda è subentrata l'ape BeeBot.
Ed eccoci arrivati al laboratorio che ha dato il titolo a questa giornata: Scratch Junior in russo, aperto a bambini nella fascia di età 3-10 anni.
Olga, aiutata due espertissime ninja, ha realizzato piccoli giochi assieme ai bimbi, incentrati sull'utilizzo della lingua russa, il tutto in un contesto molto rilassato, giocoso e informale.
I ragazzi delle App hanno preso possesso della stanza relax, dove si sono scatenati nella realizzazione di una App musicale.
Guidati da Riccardo hanno esplorato i modo indipendente e collaborativo nuove giocosissime soluzioni,
in un clima piacevole e ricco di fermento.
Nel frattempo i genitori hanno potuto ragionare assieme a Pierlorenzo Castrovinci, coordinatore per la Lombardia di Informatici senza Frontiere, sul tema importante e non semplice "Minori e Consapevolezza su Internet".
Trovate tutte le foto su Flickr, grazie a Mario e Monica per il preziosissimo lavoro.
Vi ricordiamo che il prossimo appuntamento sarà sabato 21 ottobre, iscrizioni su https://coderdojopv.eventbrite.it a partire da martedì 17 ottobre.

mercoledì 27 settembre 2017

Buon compleanno Olivetti Programma 101

Dopo diversi mesi, rieccomi finalmente a pubblicare un post dedicato a un nuovo arrivo retro-computeristico:

Piero ci ha portato, da tenere in esposizione nella nostra area museale, un "oggetto di famiglia" che da anni appartiene al padre:

Nientemeno che una Olivetti Programma 101: il sogno di ogni museo !

Lo scorso giovedì, con grande emozione, abbiamo aperto lo scatolone che ha custodito il cimelio durante la spedizione dalla Sardegna verso Pavia.

Dopo oltre 5 anni dalla nostra mostra in Università, un altro esemplare di questa storica pietra miliare della storia dell'informatica torna sui nostri tavoli.

Le linee sinuose tracciate dalla matita di Mario Bellini ci colpiscono anche attraverso la polvere accumulata, lasciandoci emozionati.

Non ci resta che dare una prima occhiata allo stato di conservazione interno. Dagli anni novanta non viene più accesa.

L'errore più grande sarebbe dare corrente senza le necessarie operazioni di verifica e restauro.

Tolte le due viti in prossimità della stampante, mettiamo a nudo l'elettronica.

La solita cinghia è totalmente spappolata ed appiccicosa. Alcuni condensatori appaiono un po' gonfi.

Altre componenti hanno invece saputo sopportare meglio il trascorrere del tempo.
Si legge chiaramente una data: 27 settembre 1967. Ho deciso di scrivere questo post il giorno del 50° compleanno di questo esemplare.

Ecco il numero di serie: 8837. Credo che sia una macchina più recente rispetto all'esemplare che avevamo esposto in mostra: il terzo tasto vicino alla fessura per le schede magnetiche è infatti più lungo dei primi due.

Ora inizieremo a pulirla, seguiremo i consigli dell'amico Alberto Rubinelli per identificare gli aspetti più critici.

Vi terrò aggiornati !

CoderDojo Pavia 23 settembre si ricomincia!

Sabato scorso 23 settembre è ripartita ufficialmente la stagione CoderDojo Pavia 2017/2018 con sei laboratori in parallelo:
•  crea il tuo videogioco con Scratch (7-17 anni)
•  crea il tuo videogioco 3D con Unity (11-17 anni, dedicato a chi ha partecipato ad almeno 4 sessioni Scratch e 4 AppInventor)
•  crea la tua App con AppInventor (9-17 anni)
•  primi approcci alla robotica con Sapientino DOC (5-6 anni)
• Dress code: crea tecnologia che puo' essere indossata (6-17 anni)
 Vuoi navigare sicuro in rete? (11-14 anni)

La mattinata si è presentata ricca di novità già dalla fase di registrazione, infatti i ninja hanno avuto la possibilità di lasciare la loro traccia al lavoro collaborativo per la mostra I Colori per la Pace


che è stata inaugurata prima della partenza dei laboratori, alla presenza del presidente Antonio Giannelli e di Tommaso Mazzocchi, presidente di Durabo spa, che ospita i nostri eventi al Polo.
Nella sala conferenze Dino Baldi, mentor CoderDojo Pavia e presidente di comPVter ha introdotto i mentor/tutor dei sei laboratori e ha dato il via all'inaugurazione della mostra:
Antonio Gianelli ha raccontato le finalità dell'associazione I Colori per la Pace, nata a Sant'Anna di Stazzema tre anni fa
ed ha presentato la mostra permanente che l'associazione comPVter ha allestito al Polo Tecnologico.
Dopo questa intro, un po' più lunga di quella cui siamo abituati i ninja si sono fiondati nei rispettivi laboratori per iniziare a mettere le mani in pasta.

Nel laboratorio Scratch Andrea Ottini ha guidato i ragazzi alla costruzione del gioco Scratcheroids, che è poi servito da spunto per le personalizzazioni che hanno preso piede nella seconda parte del laboratorio.

Riccardo Tonon ha proposto ai ninja del laboratorio AppInventor il progetto Xilofono, che è stato poi modificato e riadattato dai partecipanti al laboratorio.


Il laboratorio Unity, guidato da Mauro Vanetti, ha riscosso un grande successo tra i ninja più veterani, tanto che alla fine della mattinata i genitori hanno dovuto letteralmente sollecitare i ragazzi all'uscita, perchè erano troppo presi dal proprio progetto.

L'ambiente di sviluppo 3D, i concetti di materiali, gravità, fisica, interazioni, riprese hanno catturato la fantasia e la voglia di apprendere dei partecipanti.
Pierlorenzo Castrovinci ha accompagnato un gruppo di ragazzi alla sensibilizzazione verso le tematiche di sicurezza in rete, così importanti e così spesso sottovalutate.

Il nostro super robot Sapientino DOC ha coinvolto un gran numero di bambini in età prescolare, grazie all'abilità di Antonietta Magnesa, insegnante della scuola d'Infanzia, che ha saputo proporre ed alternare queste attività con quelle del BeeBot.

Infine nel  laboratorio Dress Code, guidati da Natasha Siassina, i ragazzi hanno avuto la possibilità di partire dalle prime fasi di creazione di un capo, andando a tagliare la stoffa

per poi confezionare il capo

e cucire i circuiti e i led con il filo conduttivo.


I genitori hanno potuto partecipare al seminario, a cura di Simone Aliprandi, "Licenze aperte per il coding aperto", una presentazione sui temi del copyright in ambito software e coding, fatta dall'ideatore di copyleft-italia.
Una mattinata ricca di spunti e punto di partenza di nuovi percorsi, che si arricchiranno nelle prossime occasioni. Ci si rivede, sempre al Polo Tecnologico, sabato 7 ottobre!

Trovate tutte le foto dell'evento qui (un grazie particolare a Mario Lisi e Monica Affer)
Inoltre trovate qui le slide dell'intervento di Simone Aliprandi, ed il video del lancio evento, ed alcune foto aggiuntive.